Passeggiate panoramiche vicino a Cuneo | Sentieri facili tra le valli cuneesi

Lontano dagli occhi lontano dal cuore, almeno così dicono… eppure per me proprio non funziona! In questo periodo ho nascosto il passaporto in un cassetto, proprio giù in fondo, sepolto tra tutte quelle cose che non uso mai, eppure la voglia di viaggiare è sempre lì, non se ne va mai. Mentre aspetto di poter viaggiare ed esplorare il mondo, in questo articolo vi parlo di posti molto vicini a me, che racchiudono momenti della mia infanzia. Vi porto tra quattro passeggiate panoramiche vicino a Cuneo: sentieri facili tra le valli cuneesi.

Pensate che dieci anni fa me ne sono andata dalle campagne di Cuneo per la vita di città al grido di “Io di quelle montagne non ne voglio più sapere nulla!” eppure solo al pensiero di quell’insieme di vallate, laghi, e cime che dalla Bisalta al Monviso incoronano Cuneo mi si stampa in viso un sorriso da ebete che ve lo raccomando. No, non sarà stato amore a prima vista, ma è sicuramente amore, uno di quelli che critichi ma che se le lo toccano difendi a spada tratta, di quelli esasperati, di quelli che alla fine ti lasciano il segno. Ed è proprio di quella corona di montagne, le mie montagne, di cui voglio raccontare oggi. Voglio raccontare di quattro passeggiate semplici, adatte a tutti grandi e piccini. Passeggiate da fare in tutte le stagioni, per innamorarsi di quelle Valli che hanno colorato la mia infanzia. Quattro passeggiate da fare assolutamente una volta finita questa quarantena, per sentirsi un po’ meno in colpa per tutto ciò che abbiamo mangiato. Quattro passeggiate per immergerci gradualmente nella natura, passo dopo passo.

Passeggiate panoramiche vicino a Cuneo: i Ciciu del Villar in Valle Maira

I Ciciu del Villar sono il posto per eccellenza della mia infanzia. Sfogliando gli album di foto trovo i ricordi delle gite con mamma e papà, con gli amici del mare e poi la biciclettata con l’oratorio: insomma, è proprio un concentrato di bei ricordi. Un posto dove la natura ha preso il sopravvento e ha creato qualcosa di davvero unico, ma che noi cuneesi ingenuamente, a volte, rischiamo di dar per scontato. Villar, o meglio Villar San Costanzo, è un piccolo paese nei pressi di Dronero, ai piedi della Valle Maira una valle stupenda, ricca di bellezze tutte da scoprire. In questo paese di montagna oltre alla Riserva Naturale dei Ciciu del Villar, la meta della nostra passeggiata, consiglio di visitare la Chiesa di San Costanzo al Monte, un’abbazia romanica, che sorge sul versante dronerese del Monte San Bernardo e che nasconde al suo interno una cripta di incredibile grandezza.

Ciciu del Villar - inizio del percorso Ciciuvagando
I Ciciu del Villar si trovano in un piccolo paese nei pressi di Dronero

I Ciciu del Villar: la riserva naturale

I Ciciu del Villar fanno parte dell’omonima Riserva Naturale e sono delle formazioni naturali che risalgono addirittura all’ultima era glaciale. Quelli che nella tradizione piemontese vengono definiti i Ciciu sono dei veri e propri “funghi” in pietra composti da una base di colore rossastro, creata dall’erosione dell’acqua, ed un “cappello” formato dalle rocce che, grazie all’attività sismica, si sono adagiate e saldate sulla cima di quest’ultime.

Durante la visita al parco si possono scoprire tutte le curiosità che si nascondono dietro alla formazione di queste particolari rocce. Molto pittoresche, mistiche ed interessanti sono le storie e le leggende, della tradizione popolare, sulla creazione dei Ciciu, che negli anni sono state tramandate di generazione in generazione. La riserva è aperta durante tutto l’anno e durante il periodo che va dalla primavera all’autunno viene richiesto un piccolo contributo, di € 3,00 a tutte le persone al di sopra dei 12 anni, per il mantenimento del Centro Visite e della riserva stessa. All’interno del parco è presente una zona attrezzata dove è possibile fare degli splendidi pic-nic.

Ciciu del Villar - insieme di Ciciu chiamato la famiglia
La loro creazione è avvolta in numerose leggende

I Ciciu del Villar: il sentiero

Percorrenza: 45 minuti;

Difficoltà: semplice, in piano e lungo un percorso circolare;

Abbigliamento: comodo e scarpe da ginnastica.

Il sentiero che si snoda tra i Ciciu del Villar si chiama Ciciuvagando, permette di immergersi in questo mondo un po’ fatato e magico ed è perfetto per coloro che non hanno mai smesso di sognare. È uno dei tre percorsi presenti all’interno della riserva naturale ed è stato pensato per i più piccini e quindi è estremamente semplice, curato e gradevole.

E per chi non si vuole accontentare… può proseguire lungo il sentiero escursionistico all’interno del parco che, dalla zona più popolosa di Ciciu, sale fino al punto panoramico a 1116 mt del Colle Liretta per poi scendere nuovamente nella riserva. Il percorso è adatto a camminatori esperti con scarponi da montagna e bisogna prevedere un tempo di percorrenza di circa due ore.

Passeggiate panoramiche vicino a Cuneo: il Giro delle Meridiane

A cavallo tra la Valle Gesso e la Valle Stura di Demonte c’è una passeggiata ad anello che, tra vedute panoramiche mozzafiato, vi porterà alla scoperta di meridiane non troppo comuni. Il Giro delle Meridiane è situato nel comune di Borgo San Dalmazzo, a meno di 8 km da Cuneo. Questa cittadina è famosa per l’elicoltura, l’allevamento delle lumache a scopo alimentare, e per questo motivo da 450 anni nel mese di dicembre si svolge la Fiera Fredda, una manifestazione tutta dedicata alle chiocciole, e sono dedicate a loro tutte le rappresentazioni che si trovano lungo le strade di Borgo San Dalmazzo. A Borgo San Dalmazzo vi consiglio di visitare il Memoriale della Deportazione, un luogo creato per non dimenticare uno dei capitoli più tristi della nostra storia, e, nei pressi della nostra passeggiata, il Santuario di Monserrato che regala una vista incredibile sulla spianata di Cuneo.

Giro delle meridiane - meridiana Monte Croce
Il Giro delle Meridiane si trova nel comune di Borgo San Dalmazzo, famoso per l’elicultura

Il Giro delle Meridiane: il sentiero

Percorrenza: 1 ora e mezza;

Percorso: semplice, ad anello e con un piccolo dislivello;

Abbigliamento: comodo e scarponcini da montagna.

Il Giro delle meridiane inizia nel piccolo borgo montano di Sant’Antonio di Aradolo, dove vive Barba Brisu lo scultore che grazie alla sua motosega modella il legno e da vita a dei buffi personaggi. Proprio qui, sullo spartiacque che separa la Valle Gesso e la Valle Stura di Demonte inizia il Giro delle Meridiane.

Potete lasciare l’auto nel parcheggio vicino al pilone votivo con la meridiana e imboccare la strada asfaltata, al bivio successivo, dove la strada diventa sterrata, proseguite a destra e seguite l’indicazione del Giro delle Meridiane ed il Monte Croce. Prima di incontrare le prime meridiane incontrerete dei personaggi bizzarri, ma non vi dirò nulla di più sul loro conto! Ed eccola, la meridiana con Pinocchio, qui inizia il vostro percorso, aguzzate l’occhio e proseguite tra un quadro solare e l’altro fino alla cima, dove troverete numerose meridiane moderne adattate al contesto “industriale” dato dalle tante antenne che si trovano sulla spianata. Da qui si prosegue lungo la cresta fino al Monte Croce, dove troverete l’ultima ed una delle più particolari delle meridiane. A questo punto l’anello è quasi terminato, non vi resta che proseguire lungo il sentiero e raggiungendo il parcheggio ed il pilone votivo da dove siete partiti.

Giro delle meridiane - meridiana con pinocchio
La meridiana di Pinocchio, è il punto di partenza di un sentiero ad anello

E per chi non si vuole accontentare… può sempre arrivare in cima al Monte Saben! La salita al monte è adatta ad escursionisti esperti con il giusto equipaggiamento. Per salire al Saben, al bivio con il Giro delle Meridiane, proseguite a sinistra seguendo le indicazioni per la cima del monte e, superando Colla delle Piastre, in circa un’ora e mezza si giungerà alla cima a 1670 mt di altitudine. Qui, grazie al CAI di Borgo San Dalmazzo, è stata posizionata una meridiana creata da Bernardo Marchetti dalla quale è possibile osservare tutte le cime che circondano il Monte Saben.

Giro delle meridiane
Grazie a questa meridiana è possibile osservare tutte le cime che circondano il Monte Saben

Passeggiate panoramiche vicino a Cuneo: La Cascata Pisciai in Valle Stura di Demonte

Se fossimo in un libro di fiabe, questa piccola cascata sicuramente la descriveremmo come magica ed incantata, perché appare all’improvviso ed è gelosamente custodita in una piccola conca, tra una grotta ricoperta di fronde d’edera ed un bosco; potrebbe essere la dimora perfetta di elfi e fatine! È così che questa cascata dall’aspetto magico si nasconde in bella vista alle spalle di Demonte. Questo paese, dalle strade strette e dai palazzi porticati che d’estate profuma di lavanda, è la porta d’ingresso alla Valle Stura che ospita il secondo santuario più alto d’Europa, il Santuario di Sant’Anna, e il forte di Vinadio, voluto a metà del 1800 da Re Carlo Alberto.

Cascata Pisciai (1)
Come circondata da elfi e fatine, ecco che appare la Cascata Pisciai

La Cascata Pisciai: il sentiero

Percorrenza: 45 minuti;

Percorso: semplice, in salita e con un piccolo dislivello;

Abbigliamento: comodo e scarponcini da montagna.

La passeggiata inizia lungo la strada che da San Marco di Demonte porta a Cornaletto Sottano. Arrivando da San Marco si trova un sentiero sulla destra, indicato da una serie di cartelli in legno, che sale su per i boschi. Il sentiero è battuto, non troppo frequentato e ben indicato. Dalla strada si sale per circa tre quarti d’ora tra i boschi, fino ad incontrare un cartello che indica la cascata. Da questo punto in dieci minuti si arriva prima ad un bellissimo punto panoramico sulla Valle Stura e la spianata di Demonte, successivamente inizierete a udire il rumore della cascata in lontananza e raggiungerete una piccola grotta dove alla sua destra potrete ammirare la bellissima cascata. Qui vi consiglio di proseguire lungo il sentiero e passare dietro al getto d’acqua e, prestando un po’ di attenzione, scendere fino al ruscello ai piedi della cascata ed alzare il naso all’insù. Inoltre, nei mesi invernali è possibile vedere la cascata ricoperta di ghiaccio.

Cascata Pisciai
La Cascata Pisciai è nascosta e suggestiva: durante l’inverno è possibile vederla ghiacciata

E per chi non si sa accontentare… può raggiungere il Santuario della Madonna del Ronvello! Proseguendo lungo il sentiero alle spalle della cascata, in circa 45 minuti, si arriva alla piccola cappella sulla cima dell’omonimo monte. Da qui con un’altra mezz’ora di camminata si può scendere fino a Cornaletto Sottano e raggiungere l’auto, percorrendo un anello.

Passeggiate panoramiche vicino a Cuneo: Monte San Bernardo dalla Valle Varaita

A perdita d’occhio, è l’unica descrizione che mi viene in mente per descrivere la vista che si gode dalla cima del Monte San Bernardo. Questa cima fa da spartiacque alla Valle Maira ed alla Val Varaita e domina tutta la pianura che si estende ai suoi piedi. In una giornata limpida si possono addirittura scorgere in lontananza Cuneo e Torino. È circondata da una corona di montagne, dove svetta maestoso il Monviso. Questa passeggiata si può fare in tutte le stagioni, ma io la consiglio vivamente in inverno! Circondati dalla neve bianchissima è un vero spettacolo. Inoltre, vicino al Santuario della Madre della Misericordia di Valmala, punto di partenza di questa passeggiata, è possibile noleggiare al centro ski nordico le ciaspole al costo di € 7,00 al paio (ricordatevi di verificare l’apertura prima di salire al santuario).

Monte San Bernardo - esemplare raro di Ezia selvatica e sportiva con arnesi buffi ai piedi
Vicino al Santuario della Madre della Misericordia di Valmala è possibile noleggiare le ciaspole

Monte San Bernardo: il sentiero

Percorrenza: 45 minuti;

Percorso: semplice, in salita e con un piccolo dislivello;

Abbigliamento: comodo e scarponcini da montagna.

Raggiungere la cima del Monte San Bernardo dal Santuario di Valmala è molto semplice. Alle spalle del centro ski nordico c’è un’ampia strada che sale e prosegue dietro al caseggiato che si incontra prima del santuario. Se fate questo percorso in inverno con la neve vi basterà seguire i binari di fondo creati nella strada, prestate attenzione a non rovinarli con le ciaspole. Proseguite lungo la strada, quando incontrerete la vecchia funivia, con i pali verdi, svoltate a sinistra e proseguite fin sulla cima raggiungendo il Colle di Valmala. A questo punto sulla vostra sinistra vedrete in lontananza la croce del Monte San Bernardo, proseguite in questa direzione fino a raggiungerla e da qui potrete godere di una vista davvero unica.

Monte San Bernardo
Dopo aver raggiunto la croce del Monte San Bernardo si può godere di una vista unica

IMG-20200113-WA0016

Scritto da Ezia Peano

Torinese, ma originaria di Cuneo. Sagittario con i piedi ben saldi a terra ma la testa fra le nuvole. Vive secondo obiettivi precisi, ma che cambiano in continuazione. Per lei la serendipità è Fuerteventura.

6 pensieri riguardo “Passeggiate panoramiche vicino a Cuneo | Sentieri facili tra le valli cuneesi

  1. Sono originaria anche io di queste parti, ma pensa che questi sentieri non li ho mai fatti! Mi ispira in particolare quello delle Meridiane, anche perché da Borgo San Dalmazzo ci passo per andare in montagna a Bagni di Vinadio. Tra l’altro se capiti da quelle parti e se non lo hai mai provato ti consiglio il giro dei laghi di Sant’Anna che parte proprio dal santuario di Sant’Anna di Vinadio.

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Silvia, davvero? Sono molto contenta di averti fatto scoprire qualcosa di nuovo. Il Giro delle Meridiane merita davvero, soprattutto in una bella giornata limpida. Eh si il giro dei laghi di Sant’Anna è tra le mie camminate preferite ed è sulla lista di cose da fare non appena potrò tornare in montagna. Grazie per il tuo commento e qualsiasi altro suggerimento è ben accetto!

      Piace a 2 people

  2. Sono d’accordo con te sul fatto che queste passeggiate siano assolutamente da fare. Il giro delle meridiane è tra i miei preferiti e conosco bene i buffi personaggi che si trovano a un certo punto. Suggestivo il percorso tra i Ciciu del Villar. Le altre due ancora mi mancano…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...