Orto Botanico di Torino | Un’oasi verde in città, con piante e fiori da tutto il mondo

Un’oasi verdissima, nel cuore della città di Torino. Un microcosmo che contiene numerosissime varietà di specie di piante ed è rifugio per scoiattoli e coniglietti. A pochi passi dal centro di Torino, nei pressi del Castello del Valentino, sulla sponda del fiume Po, l’Orto Botanico di Torino accoglie torinesi e turisti in città, alla ricerca di un posticino verde in cui rilassarsi o refrigerarsi, soprattutto nelle giornate primaverili ed estive più afose. Visitare l’Orto Botanico di Torino, tutto quello che c’è da sapere: informazioni utili, consigli, periodo di apertura.

IMG_20200425_173215_385-01
L’Orto Botanico di Torino, costruito nel 1729 da Vittorio Amedeo II

Stavamo raggiungendo a piedi l’Orto Botanico di Torino, quando siamo state sorprese da un tipico temporale estivo: fulmini, tuoni, nuvole nere all’orizzonte e tantissima pioggia. Ci siamo riparate nell’ingresso e abbiamo aspettato pazientemente che smettesse di piovere. La visita, subito dopo, è stata ancora più bella: con qualche timido raggio di sole a fare capolino e i fiori, ancora più affascinanti, con qualche gocciolina.

IMG_20190609_183401
I fiori ancora più splendidi, dopo un temporale estivo

Orto Botanico di Torino in numeri

300 sono gli anni passati dalla sua apertura, per volontà di Vittorio Amedeo II. 2 sono le parti in cui è diviso l’Orto Botanico: il Giardino a sud e il Boschetto, o Arboreto, a nord. 4 sono le serre diverse presenti nel giardino. 9 sono le aiuole sistematiche, secondo l’ordine delle famiglie di Flora Europaea. 5000 sono le specie vegetali presenti, sia native sia esotiche.

IMG_20190609_182314
L’Orto Botanico di Torino ospita più di 5000 specie vegetali, native ed esotiche

Orto Botanico di Torino

Come raggiungerlo

Se provenite dal centro e siete a piedi, vi consiglio di costeggiare il fiume Po, fino a dove sarà possibile: una bella passeggiata nel verde e in ombra, da apprezzare soprattutto durante l’estate. Se siete in auto, vi consiglio di parcheggiare in Corso Massimo o in Corso Marconi. Se vi muovete con i mezzi pubblici, i bus 67 e 18 e i tram 9 e 16 sono quelli più comodi per raggiungere la vostra destinazione.

Un’oasi verde in città, con piante e fiori da tutto il mondo

300 anni fa questa oasi lussureggiante viene fondata per volere di Vittorio Amedeo II per scopi di ricerca e di divulgazione scientifica, sul mondo vegetale. All’epoca questa area venne istituita come Regio Orto Botanico. A grandi linee, l’Orto Botanico Torino è diviso in due grandi aree: a sud il Giardino, di impianto settecentesco, con aiuole ordinate, a cui successivamente sono state aggiunte la serra tropicale, quella tropicale e del Sud Africa, con oltre 500 specie importate dal continente africano, e a nord il Boschetto, di impianto ottocentesco, in stile romantico. Nel Boschetto sono presenti gli alveari: l’apiario in città è nato nel 2010, sull’impronta di altre città europee e costituisce un polo didattico in grado di ricalcare le tradizionali tecniche utilizzate in apicoltura.

IMG_20190609_182018
La serra delle succulente, con cactus giganti
IMG_20190609_175208
L’umida e calda serra tropicale, con numerose specie di orchidee

L’Orto Botanico è aperto al pubblico dal 1997 ed è ogni anno visitato da numerosi turisti e frequentato da famiglie e universitari tutti i giorni della settimana.

Degni di nota sono il viale alberato, progettato all’inizio dell’Ottocento, con uno splendido esemplare di Ginkgo biloba, i numerosi alberi da frutto, i cassoni delle piante officinali, con una selezione di essenze utilizzate nelle farmacopee popolari, a partire da quella del 1739. Per le specie più importanti sono segnalati gli usi e i benefici come piante medicinali.

IMG_20190609_183327
Orto Botanico Torino: un’oasi lussureggiante nel cuore del Parco del Valentino

Periodo e orari di apertura

L’Orto Botanico di Torino è aperto da metà Aprile a metà Ottobre, tutti i giorni della settimana; da lunedì a venerdì è aperto solo al mattino, il sabato solo al pomeriggio, la domenica e i festivi è aperto sia mattino sia pomeriggio. Le visite guidate sono possibili solo nel weekend e nei giorni festivi. Durante la settimana le visite guidate sono disponibili solo per le scuole e su prenotazione.

Il costo del biglietto è di 5 euro per adulto, il costo del biglietto ridotto è di 3 euro per bambini dai 6 ai 12 anni, soci FAI, over 65. L’ingresso è gratuito per bambini al di sotto dei 6 anni e per i soci dell’Associazione Amici dell’Orto Botanico di Torino, che ha come obiettivo sostenere e far crescere l’Orto Botanico e consiste in una tessera del costo di 20 euro, con validità annuale.

Indirizzo: Viale Pier Andrea Mattioli, 25 Torino

Un pensiero riguardo “Orto Botanico di Torino | Un’oasi verde in città, con piante e fiori da tutto il mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...