Borghi vicino a Imperia da non perdere | 9 borghi liguri della provincia di Imperia

Arroccati e inespugnabili, i borghi sono gemme che punteggiano l’entroterra, così che dall’alto è possibile vedere come una cartina delle meraviglie. Piccoli e poco abitati, i borghi italiani sono la destinazione perfetta per chi vuole ammirare scorci inediti, ama le casette piccole e curate, non vede l’ora di conoscere la quotidianità dei luoghi e i piatti regionali. Spesso per raggiungerli bisogna affrontare strade impervie che somigliano ai gironi infernali danteschi, ma appena si scorgono una volta arrivati è impossibile non sentirsi in paradiso. I borghi della provincia di Imperia sono poco vanitosi, molto colorati, semplici.

Borghi vicino a Imperia

Apricale

La prima volta che ho visto Apricale è stato sotto una pioggia battente, qualche giorno prima di San Valentino. Abbiamo raggiunto il borgo dietro a un piccolo Ape calessino celeste stracolmo di mimose che, tra gli scossoni della strada e la pioggia che cadeva senza preoccuparsene, cascavano sulla strada, segnando il sentiero lungo l’ingresso del borgo. Dovete sapere inoltre che Apricale deriva da Apricus, che significa soleggiato. Curioso che invece noi abbiamo fatto la sua conoscenza sotto la pioggia, vero?

Così, per questo momento di quotidianità e per la contraddizione nella quale l’ho scovato, Apricale mi è subito stato simpatico. E l’ho trovato poetico, con tutti i cuoricini appesi e gli addobbi pensati per San Valentino. Torracca, la piazza principale, è il fulcro del borgo, da cui si dipanano diverse stradine e viuzze strette.

Valloria

Una minuscola frazione di Imperia, raggiungibile tornante dopo tornante, fino ad arrivare a lei e non poter più proseguire. Completamente circondata da splendidi ulivi che la proteggono, Valloria è incorniciata tra colori verde e argento. Mentre in passato era conosciuta proprio per la produzione dell’olio e da qui il suo nome, Vallis Aurea, ovvero la valle d’oro, oggi Valloria è conosciuta per le sue decine e decine di porte dipinte e non sono solo più il verde ulivo e l’argento a contraddistinguerla, ma per tutti i colori della tavolozza.

All’ingresso del borgo, dove sono presenti i pochi parcheggi, c’è un piccolo bar che, su prenotazione, serve anche pranzo. Se capitate da queste parti per l’ora di pranzo, merita fermarsi!

Sono 150 le porte dipinte di Valloria create da artisti locali e non

Lingueglietta

Una striscia di terra che forse sì, somiglia a una linguetta. Poco distante dal mare, Lingueglietta si trova nella valle di San Lorenzo, a circa 300 metri sul livello del mare. Oggi il cuore del borgo è distribuito intorno alla piazza dominata dalla parrocchiale dedicata alla Natività di Maria Vergine, luogo anche in cui probabilmente parcheggerete.

Vi consiglio di fare una sosta a Cipressa, poco distante da Lingueglietta per ammirare uno splendido e rilassante panorama sul mare. Proprio da qui, inoltre, è possibile fare il percorso ad anello tra Cipressa e Costarainera, che regala scorci nascosti.

Lingueglietta è uno dei borghi più belli di Italia.

A soli 15 minuti dalle spiagge, siamo a Lingueglietta, 300 metri sul livello del mare

Borghi vicino a Imperia

Pigna

A forma di mezzaluna, il borgo di Pigna era molto amato dallo scrittore francese settecentesco Charles de Brosses, che la definì costruita sopra un pan di zucchero. Per le sue caratteristiche vie ammassate, da cui partono diversi viottoli laterali, è stata chiamata Pigna proprio per la somiglianza con le squame di una pigna. Spesso attaccato dai pirati, fino al Cinquecento il borgo è stato continuamente ampliato e protetto con fortificazioni medievali.

Il nucleo del borgo si dispone ad anelli concentrici, tra piccoli cortili, caruggi, archetti. Tanti angoli da scoprire e esplorare!

Triora

Situato quasi interamente nella Valle Argentina, Triora è un meraviglioso borgo medievale di poco più di 350 abitanti, arroccato a circa 800 metri di altitudine. Circondato da boschi e splendidi paesaggi, il borgo di Triora è conosciuto soprattutto per essere il Paese delle Streghe perché qui tra il 1588 e il 1589 alcune donne vennero accusate di stregoneria, subendo uno dei più famosi processi tenuti in Italia. Per saperne di più non perdete il Museo Etnografico e della Stregoneria all’inizio del paese.

In memoria di questi eventi tragici è stata istituita una vera e propria festa dedicata alla stregoneria, chiamata Strigora, che si svolge ogni anno la prima domenica dopo Ferragosto.

Dolceacqua

Borgo appena rientrato nell’entroterra del ponente ligure, vicinissimo ad altri borghi imperdibili, come Pigna e Apricale, Dolceacqua è un borgo medioevale inserito tra i borghi più belli di Italia in Liguria. Perfetto da visitare in giornata, per trascorrere un weekend, ma anche passare i propri giorni di vacanza tra mare e monti, Dolceacqua è ricco di strutture ricettive a buon prezzo e offre tantissimi ristorantini incantevoli che fanno gola anche a chi arriva dal mare.

Se non volete perdere nessuna chicca di questo borgo medievale, come il Castello Doria, vi consiglio di scaricare l’app Dolceacquauna guida interattiva che vi porterà alla scoperta dei luoghi nascosti del borgo.

Scoprire Dolceacqua passeggiando per i caruggi, fino a raggiungere il Castello Doria

Borghi vicino a Imperia

Seborga

Tra i comuni di Ospedaletti e Bordighera, a meno di 50 chilometri da Imperia e appena nell’entroterra, Seborga è un piccolo borgo, assolutamente unico.

Sarebbe più corretto parlare di Principato di Seborga infatti: qui ci sono un Principe, un Consiglio della Corona e un corpo di Guardia del Principato. E anche una moneta, a dire il vero, chiamata il luigino.

Il Principato di Seborga non è riconosciuto politicamente dallo Stato italiano che ne mantiene il controllo, ma forse anche questo lo rende davvero interessante per i visitatori.

Bussana

Attenti a non confondere Bussana, il borgo nuovo, da Bussana Vecchia, il pittoresco borgo sconvolto e devastato da un terribile terremoto nel 1887. Il borgo è stato dichiarato inagibile e gli abitanti sono stati obbligati a trasferirsi più a valle, dove oggi sorge il borgo nuovo.

Il terremotato borgo rimase a lungo abbandonato, tra dimenticanza e incuria, ma intorno al 1950 venne riscoperto da una comunità indipendente di artisti che decise di occuparlo, facendolo rinascere.

Oggi Bussana Vecchia ha un’anima gipsy, colorata e folkloristica. Tra botteghe artistiche e meravigliose bouganville fiorite, Bussana Vecchia vi farà innamorare. 

La Chiesa di Sant’Egidio, nel cuore di Bussana Vecchia

Dolcedo e Bellissimi

Dolcedo è un piccolissimo borgo ligure, interamente circondato dagli ulivi e dal suono del torrente Primo, nel cuore della valle che porta lo stesso nome. 

Una volta che vi trovate tra i suoi caruggi, non perdetevi il ponte dei Cavalieri di Manta, che risale al 1292, e ciò che resta dei numerosi mulini ad acqua che in passato alimentavano i frantoi.

Se avete voglia di una bella ma facile camminata immersi tra gli ulivi vi consiglio di imboccare l’anello di Dolcedo, un bel sentiero di circa 10 km. Durante il sentiero incontrerete un’affascinante frazione di Dolcedo, Bellissimi, u paise di balui. I misteriosi balui sono mongolfiere di carta che in occasione della festa della Madonna della Misericordia, la prima domenica di settembre, vengono lanciate in cielo. 

Troverete anche diversi murales a tema mongolfiere tra le viuzze della frazione di Bellissimi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...