Prima volta a New York: consigli pratici per il vostro viaggio

New York era il mio sogno dall’età di 12 anni, da quando ho iniziato a guardare i primi film romantici, le prime serie tv e ad ascoltare le canzoni di Beyonce, Jennifer Lopez e tantissimi altri. Mettevo le cuffie del mio primo iPod e immaginavo che anche io, un giorno, avrei potuto camminare per quelle strade. Me la sono presa con calma, con i miei tempi, non ho avuto fredda e circa 12 anni dopo sono riuscita a realizzare uno dei miei grandi sogni: oggi ho 24 anni e sono appena tornata da New York.

Prima volta a New York: volo aereo, tra scali e jet lag

Mi sono concessa un regalo con i fiocchi per la mia laurea e lo scorso novembre ho prenotato il volo ad un ottimo prezzo: 450 euro volo con 1 scalo di 2 ore con la compagnia SAS. Purtroppo abbiamo avuto una piccola sfortuna: lo scalo di andata a Copenhagen è stato perfetto, mentre ad un mese dalla prenotazione del volo, hanno cambiato lo scalo di ritorno da due a sei ore presso la città di Oslo. Una vera e propria avventura calcolando il jet lag e la stanchezza a fine vacanza, ma posso dire di essere sopravvissuta!

Nonostante questo piccolo dettaglio, il viaggio è stato molto gradevole, aereo comodo e massima accoglienza da parte del personale di bordo che, in 7 ore di volo, ci ha riempito di cibo e bevande (nemmeno fossero mia nonna la domenica a pranzo!).

IMG_3017-min
New York e il suo simbolo

Prima volta a New York: dove dormire

Per alloggiare abbiamo optato per un appartamento scelto su Airbnb. Non ho avuto sempre esperienze piacevoli con questo sito (a Cracovia avevo i ragni in casa e a Palma de Mallorca le blatte!), purtroppo a causa dei prezzi troppo elevati degli hotel di Manhattan e delle recensioni negative riguardo alla pulizia di altri b&b, siamo stati quasi costretti a scegliere un tranquillo appartamento a Union City, nel New Jersey a 4 km dal centro di New York, raggiungibile in 15 minuti di bus. La scelta migliore di sempre: prezzo conveniente (720 euro per 7 notti) e un quartiere residenziale lontano dal traffico.

Prima volta a New York: quando progettare il viaggio per la Grande Mela

Il tempo non è stato molto favorevole. In una settimana si sono alternati sole, pioggia, vento e, addirittura, neve. Ebbene sì, mai avrei pensato di trascorrere una Pasquetta sotto la neve, io che sono nata e cresciuta sotto il sole di Roma, dove anche il 25 dicembre cammini per strada con gli occhiali da sole!

Per questo consiglierei di visitare New York nella stagione autunnale, non solo per gli splendidi scorci e colori di Central Park ma anche per le temperature, così come in primavera inoltrata, da maggio a giugno. Diverse persone mi hanno sconsigliato una visita estiva, sia per i costi elevati di voli e alberghi sia per le temperature molto elevate.

IMG_2920-min
NY è perfetta in  autunno, non solo per gli splendidi scorci di Central Park, ma anche per la temperatura.

In ogni caso se volete partire come me durante le vacanze pasquali, non fatevi influenzare dal mio racconto! Io e il mio ragazzo, compagno di viaggio e d’avventure ormai da molti anni, abbiamo sempre avuto esperienze al limite del credibile e simili ad una commedia degli errori… è sempre difficile dimenticare i nostri viaggi!

5 cose da fare a New York

  • Memoriale 11 Settembre

Il Memoriale creato appositamente per l’attentato dell’11 Settembre 2001 alle Twin Towers è tra i siti più interessanti della città. Costruito interamente sotto terra dove ancora giacciono le fondamenta delle Torri Gemelle, il Memoriale vuole ripercorrere le tappe fondamentali prima, durante e dopo l’attentato, con testimonianze televisive, radio, telefoniche e molto altro. Ricordo molto bene quel giorno, ero ancora una bambina ma l’immagine dell’aereo, delle torri e del polverone che inghiottì le strade, è nitida nella mia testa.

Non trovo molte parole per descrivere il mio percorso all’interno di questo sito, ho provato lo stesso vuoto di quando varcai la porta di Auschwitz. Tanta emozione e dolore.

world-trade-center-memorial-271356_960_720-min
Il Memoriale dell’11 Settembre
  • MoMA Museo di Arte Moderna e Contemporanea

Il MoMA è tra i più famosi musei al mondo, qui alloggiano alcune delle più famose opere d’arte della nostra storia: dalla Notte stellata di Van Gogh alla Danse di Matisse. Per gli appassionati d’arte moderna e contemporanea visitare il quinto piano de MoMA sarà un’esperienza incredibile, tutte le grandi opere che ho sempre studiato e sognato di vedere le ho viste davanti ai miei occhi: ho potuto osservare i dettagli delle pennellate, i colori vividi sulla tela. Purtroppo l’unico a mancare era Dalì con la meravigliosa Persistenza della memoria, al momento fuori dalla galleria per una mostra. Che dite, ci torno tra qualche anno per vederlo?

foto 1-min
MoMA, museo d’arte contemporanea di NY
  •  Central Park

Central Park è il polmone verde di una città affollata da grattacieli e traffico. Camminare in questo splendido parco è come perdersi in un’altra città, un’altra dimensione. Mettetevi l’anima in pace ancor prima di partire: non vi basterà una settimana per vederlo tutto! Noi abbiamo deciso di dedicargli una mattinata e abbiamo trovato una strana tranquillità, lontana dalla New York alla quale siamo abituati. Scoiattoli nei prati, famiglie in bicicletta, artisti di strada e molto altro.

foto 2-min
Central Park, NY
  • Soho

Il quartiere di Soho è sicuramente uno dei più famosi al mondo, teatro di moltissimi film dove i protagonisti sono seduti sulle scale in ferro fuori dalle finestre e recitano i loro monologhi. Io camminavo con il naso all’insù, sognando un appartamento e una scala in ferro tutta mia, in fondo Soho negli anni ’70 era il quartiere di numerosi artisti e io, che sono una fotografa, mi sento un po’ artista!

new-york-3046245_960_720-min
Soho, uno dei quartieri più famosi di NY
  • World Trade Center – Freedom Tower

Dove un tempo sorgevano le Twin Towers ora è stato costruito un imponente grattacielo di 102 piani denominato Freedom Tower. La visita conduce in soli 47 secondi in ascensore all’ultimo piano dal quale è possibile avere una vista completa della città, non dimentichiamo che la costruzione è la più alta dell’emisfero boreale! Consiglio di visitarla al tramonto, ci sarà una luce perfetta per le vostre foto. L’ultimo piano è interamente fatto da vetrate, davanti alle quali i visitatori si siedono per ammirare il panorama. Io non mi ero mai seduta accanto ad una vetrata al centoduesimo piano, ho guardato giù e ho avuto la sensazione di precipitare nel vuoto (e non soffro di vertigini!).

foto 3-min
World Trade Center, NY

Ci sono moltissimi altri siti di interesse che richiederebbero un articolo a parte, tra questi vi consiglio di visitare l’Empire State Building, il Museo di Storia Naturale, il ponte di Brooklyn, Times Square, Coney Island, Dumbo, Liberty Island, Ellis Island e moltissimi altri luoghi che io ho dimenticato a causa della mia scarsa memoria. Se sognate di perdervi tra i negozi di New York vi consiglio di passeggiare sulla Broadway Avenue a due passi da Times Square, dove troverete negozi d’abbigliamento di ogni tipo e il famoso centro commerciale Mecy’s.

New York: tre film e un libro che raccontano la Grande Mela

Camminando per New York ogni angolo vi sembrerà di averlo già visto in un film e credo sia una sensazione comune a tutti noi visitatori. Di seguito vi consiglio 3 film per innamorarvi di questa fantastica città:

1. Tutto Può Cambiare (2014) con Keira Knightley, Mark Ruffalo e Adam Levine.

2. Manhattan (1979) con Woody Allen, Diane Keaton e Meryl Streep

3. Cloverfield (2008) …se non amate i film d’amore questo è il film giusto per voi!

Da buona lettrice e studentessa di lettere mi sento di consigliarvi anche uno dei più grandi romanzi della letteratura americana, che vi farà ulteriormente appassionare a questa città, Il grande Gatsby di Fitzgerald.

So che noi italiani non possiamo invidiare le metropoli americane fatte solo di ferro e mattoni, so che noi italiani abbiamo il buon cibo, il bel tempo, il Colosseo, la Divina Commedia, i borghi medioevali, il Papa e tantissime altre cose che il mondo vorrebbe. Ma io sono rimasta totalmente affascinata dalla spontaneità degli americani, dalla folla di gente che camminava per le strade, dai taxi gialli, dalle luci delle insegne pubblicitarie accese giorno e notte, dalle nuvole che si specchiavano sulle facciate dei grattacieli.

L’altra mattina sono uscita di casa, ho guardato le palazzine a cinque piani sulla via e pensavo di essere un gigante. Io che sono alta solo 1.60 cm ho toccato il cielo sull’ultimo piano di un grattacielo.

foto 4-min

 

IMG_3335


Federica Girardi

Romana de Roma, classe 1993. La sua vita si alterna tra letteratura e fotografia. Nonostante sia abituata a programmare e pianificare sempre tutto, il più delle volte i suoi piani vanno all’aria, ed è lì che accadono le cose più belle. I viaggi completano la sua vita, ama esplorare nuove realtà con la macchina fotografica e un buon libro.

8 pensieri riguardo “Prima volta a New York: consigli pratici per il vostro viaggio

    1. L’articolo è stato scritto da Federica, una delle serendipitose che rendono ancora più bello il blog! ❤ Sapevo anche io che però d'estate il caldo può essere un po' troppo. Il mio sogno è sicuramente New York in autunno!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...