Il mio viaggio a Parigi (5 parte)

Ebbene sì, ogni viaggio finisce, prima o poi. Questo è il nostro ultimo giorno a Parigi, domani il treno ci riporterà a Torino e rapidamente ricominceremo la nostra quotidianità, ma ogni viaggio in modo quasi impercettibile ci cambia: modifica il modo in cui vediamo il mondo, ci fa crescere, ci stimola a viaggiare ancora. Quello che ci portiamo dietro sarà un bagaglio un po’ più pesante (non solo per le mille cose che abbiamo comprato ovunque!!!). Continua a leggere “Il mio viaggio a Parigi (5 parte)”

Il mio viaggio a Parigi (4 parte)

Nuovo giorno, nuovo museo! E’ arrivato il momento di visitare il Museo del Louvre. E’ probabilmente il Museo più famoso di Parigi e uno dei più visitati del mondo. Le opere che vi sono conservate, sono tra le più importanti e famose e l’ingente quantità di quadri, tele, statue, sculture, ci obbliga a trascorrere al suo interno parecchie ore. Continua a leggere “Il mio viaggio a Parigi (4 parte)”

Incontri.

Ci sono persone che incontri nella vita, che ti accompagnano per un tratto lungo del cammino, che se ne vanno senza lasciare nessuna scia dietro di loro. Ci sono posti che visiti, in cui vivi, in cui lavori, in cui ti innamori, ma che dimenticherai subito, a cui non penserai più. Continua a leggere “Incontri.”

Il mio viaggio a Parigi (3 parte)

Il giorno dopo ci svegliamo di buon’ora per iniziare la nostra giornata con brioche appena sfornate. Ovviamente, essendo a Parigi, non vogliamo e non possiamo esentarci dal visitare il Museo d’Orsay e il Museo del Louvre, crogiolo di numerose opere d’arte, tra le più famose del mondo. Continua a leggere “Il mio viaggio a Parigi (3 parte)”

Il mio viaggio a Parigi (2 parte)

Ci svegliamo di buon’ora e partiamo alla volta della Reggia di Versailles. Arrivate di fronte ai cancelli, ripenso alla Rivoluzione Francese: una fila che si snoda lungo il cortile d’ingresso, persone persone e persone, tanto da non capire quale sia l’inizio e quale la fine. Continua a leggere “Il mio viaggio a Parigi (2 parte)”

Quel faro…

Ci sono posti che rimangono nel cuore, così, chissà perché. Di solito, quelli che rimangono in un posto speciale del mio di cuore, sono alienati, solitari, magnificamente belli.

A Capo d’Otranto, un tempo Punta Palascia, sorge un meraviglioso faro. E’ stato costruito nel 1867 e dopo un lungo abbandono è stato restaurato. Oggi ospita il Museo e Osservatorio sull’Ecologia e salute degli ecosistemi Mediterranei. Si cammina in una stradina rocciosa, direzione verso il mare. Più si cammina, più lo si vede e più lo si vede, più non si può fare a meno di camminare più veloce. Un po’ più in là, quando il mare è agitato, una scia, che segna l’incontro tra mar Ionio e mar Adriatico.

Andateci, e portate qualcuno che amate.

DSC_0329

Come affrontare i pomeriggi invernali

IMG-20160109-WA0000Se volete affrontare i lunghi pomeriggi invernali che ci impediscono di mettere il naso fuori perché se no ce lo geleremmo, basta poco! Potete dare via libera a tutta la vostra creatività, qualcuno si spingerà chissà dove, altri rimarranno nella semplicità, ma l’importante è creare, qualcosa di unico e originale. Potete fare qualcosa per voi, per qualcuno a cui pensate. Oggi ho deciso di far rivivere dei poveri barattoli in vetro che oltre alla salsa di pomodoro non hanno visto altro!

Cosa serve? Un contenitore di vetro (va benissimo quello degli alimenti), degli scotch colorati e il gioco è fatto! Possono essere utilizzati come porta pennelli (gli unici che uso io sono quelli del trucco!), porta matite, pennarelli, pastelli! Potete regalarli o riempire la vostra casa…il gioco è fatto!!