Polignano a Mare, dove i naviganti incontrano i poeti

Pare che il destino di Polignano a Mare sia stato preveduto dagli antichi. Secondo alcuni studiosi il nome di questo borgo dalla bellezza senza tempo deriverebbe da Polimnia, la musa dell’orchestica, arte scenica della poesia, della musica e della danza. Polignano, con le sue casupole bianche a strapiombo sul mare, le stradine strette e le svariate terrazze romantiche, è una piacevole scoperta per i viaggiatori che amano la letteratura. Continua a leggere “Polignano a Mare, dove i naviganti incontrano i poeti”

Trapani-Torino : itinerario di sola andata

Partire senza un biglietto di ritorno ti fa sentire dannatamente libero e poter decidere quanto rimanere in un posto, spostandosi a sensazioni, ti rende un viaggiatore cosciente e consapevole. Purtroppo però, arriva per tutti il momento in cui le valigie mai disfatte vanno richiuse e riportate al punto di partenza. Quel momento si è avvicinato anche per noi quest’estate, dopo venti giorni di vento fra i capelli, pelle che bruciava e posti incantevoli (trovate qualcosina qui ). Continua a leggere “Trapani-Torino : itinerario di sola andata”

Quel faro…

Ci sono posti che rimangono nel cuore, così, chissà perché. Di solito, quelli che rimangono in un posto speciale del mio di cuore, sono alienati, solitari, magnificamente belli.

A Capo d’Otranto, un tempo Punta Palascia, sorge un meraviglioso faro. E’ stato costruito nel 1867 e dopo un lungo abbandono è stato restaurato. Oggi ospita il Museo e Osservatorio sull’Ecologia e salute degli ecosistemi Mediterranei. Si cammina in una stradina rocciosa, direzione verso il mare. Più si cammina, più lo si vede e più lo si vede, più non si può fare a meno di camminare più veloce. Un po’ più in là, quando il mare è agitato, una scia, che segna l’incontro tra mar Ionio e mar Adriatico.

Andateci, e portate qualcuno che amate.

DSC_0329