Itinerario tra i borghi pisani | La Valdera tra arte e colline

Un bell’itinerario nell’entroterra pisano, in una parte di Toscana indubbiamente poco conosciuta e inesplorata. Avendo visitato già buona parte della regione, sia della costa sia dell’entroterra, per un viaggio di 3 giorni in Toscana abbiamo deciso di concentrarci sulla provincia di Pisa, non troppo lontana da Torino e abbiamo costruito un itinerario tra i borghi pisani che pullulano di arte contemporanea.

Che meraviglia l’entroterra pisano! La bellezza dei luoghi, il clima che profumava già di primavera e incredibili tramonti invernali ci hanno fatto innamorare di questo pezzetto di Toscana.

Un itinerario nell’entroterra toscano sarà prima di tutto un viaggio tra seducenti colline, tramonti infuocati che spariscono dietro i colli e i cipressi inscuriti da un cielo di tutte le sfumature del rosa, silenzio intorno e la lentezza dei borghi che riesce a colmare il mio bisogno di fare, ogni volta.

L’entroterra pisano è fatto di opere d’arte che colgono di sorpresa il visitatore e dolci colline

Itinerario entroterra Pisa dove dormire

Scegliete di dormire dalle parti di Peccioli, in questo modo la maggior parte delle tappe sarà a poca distanza l’una dall’altra. Noi abbiamo dormito vicino Chianni, nell’Agriturismo Due Ponti. Un indirizzo da segnarvi sicuramente se contate di fare questo viaggio in primavera o estate: l’agriturismo è in un luogo molto tranquillo e silenzioso, ma facilmente raggiungibile. Se poi capitate durante la stagione calda, potrete godere delle sue meravigliose piscine!

Da Chianni, tutte le destinazioni del nostro itinerario sono facilmente raggiungibili, distanti solo qualche km. La destinazione più lontana è Volterra, a meno di mezz’ora di auto.

Itinerario tra i borghi pisani

Peccioli

Un piccolo borgo che ha cercato di distinguersi in tutti i modi: diventando un gioiello di arte contemporanea che pullula per le sue vie, rendendosi una destinazione accessibile al turismo.

Bandiera arancione del Touring Club Italiano, bandiera lilla e tra i borghi più belli di Italia, Peccioli è un borgo unico nel suo genere.

Grazie alla Fondazione Peccioliper, nata nel 2004 per volontà del Comune, il borgo di Peccioli è stato al centro di un continuo progetto di valorizzazione e promozione territoriale.

Così sono tantissime le opere di arte contemporanea a Peccioli, realizzate in un periodo di tempo di trent’anni, a partire dagli Anni Novanta: opere artistiche e opere architettoniche come il Palazzo Senza Tempo e la sua incredibile terrazza o

La terrazza panoramica sopra il Palazzo Senza Tempo di Peccioli

La discarica di Legoli

Il luogo in cui l’arte incontra l’Impianto di Smaltimento e Trattamento Rifiuti di Legoli. In una frazione vicina a Peccioli l’arte incontra uno dei luoghi in cui gli oggetti vengono smaltiti, ma alcuni trovano anche nuova vita e futuri utilizzi.

Ѐ in questo luogo grottesco e particolare che l’Impianto di Smaltimento e Trattamento Rifiuti ha incontrato il pennello e la creatività dell’artista David Tremlett, famoso per i suoi wall drawings, che ha deciso di riempire di colore e geometrie i grandi muri di contenimento dell’impianto e tre grandi silos.

Ghizzano

C’è un’altra frazione di Peccioli che è stata interessata a un progetto di riqualifica attraverso l’arte ed è Ghizzano. Una delle vie è stata abbellita e colorata sempre dall’artista David Tremlett, che con una serie di wall drawings ha abbellito le facciate delle casette di Via di Mezzo.

Itinerario tra i borghi pisani

Volterra

Una cittadina tutta cinta da mura, un centro storico di origine etrusca, uno sguardo dall’alto che punta al mare e alle isole.

Volterra è raggiungibile in auto, da lasciare in uno dei tanti parcheggi che si trovano a ridosso delle sue porte, tramite cui accedere al suo centro storico o camminare sulle mura. Attenti perché soprattutto in alta stagione potrebbe essere un problema trovare un posto, Volterra è una meta molto turistica!

Forse tra quelli più famosi della Toscana, Volterra è tra i borghi più belli di Italia e merita tutta la vostra attenzione. Il centro storico si gira comodamente a piedi in una manciata di ore, non perdetevi Piazza dei Priori, durante il periodo natalizio con una grande abete addobbato e parecchie luminarie.

Tra i monumenti e i musei da visitare ci sono Palazzo dei Priori, sede della sala del Consiglio e della Giunta e di alcuni uffici comunali, ma visitabile parzialmente, l’Area Archeologica con il Teatro Romano e l’Acropoli Etrusca e il Museo Etrusco Guarnacci.

Le mura che circondano Volterra cingono il suo centro storico di origine etrusca

Dove mangiare a Volterra

Abbiamo cenato al Ristorante Don Beta, dove vengono proposti tantissimi piatti tipici della cucina toscana. I pici al ragù toscano sono stati un primo molto gradito!

Dove tramonto a Volterra

Cercate di trovarvi lungo le mura nei pressi del Bistrot I Ponti di Volterra all’ora del tramonto. Nelle giornate particolarmente limpide potrete ammirare un meraviglioso tramonto proprio laggiù, sul mare, con la Corsica e l’isola di Capraia sullo sfondo.

Dalle mura di Volterra si può ammirare il mare, l’isola della Corsica e l’isola di Capraia

Teatro del Silenzio

Uno di quei luoghi che non ci si aspetta, che si immagina vagamente, ma trovarselo di fronte ha effettivamente tutto un altro aspetto: lo sapete che a Lajatico, in provincia di Pisa, si trova il Teatro del Silenzio?

Un luogo fortemente voluto da Andrea Bocelli, originario proprio di Lajatico, inaugurato nel 2006 e costruito approfittando di una cornice naturale altamente suggestiva.

La struttura è aperta al pubblico e visitabile in qualsiasi momento gratuitamente, fa strano trovarsi circondati solo da colline e quasi il nulla intorno. Il Teatro del Silenzio ospita un solo spettacolo all’anno, di solito a Luglio, quando Bocelli e artisti di fama mondiale si esibiscono in un grande evento. Per questo motivo viene chiamato del silenzio, perché tutto l’anno si riposa nella bellezza della natura.

Il Teatro del Silenzio può essere raggiunto con una semplice passeggiata che parte dal borgo di Lajatico – all’andata tutta in discesa – di circa 1 km.

Il Teatro del Silenzio si trova in una cornice naturale suggestiva e ospita un solo spettacolo all’anno con artisti di fama mondiale

Lajatico

Meta turistica famosa e internazionale, in qualità di paese natale del celebre tenore Andrea Bocelli, anche il borgo di Lajatico merita una tappa: un borgo minuscolo che conta poco più di 1000 abitanti, ma nel quale si respira la calma e la quiete tipica dei borghi.

Sicuramente una delle tappe da prendere in considerazione se si cerca una meta rilassante fuori dalle solite rotte turistiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...