Serie TV ambientate tra gli anni Cinquanta e Sessanta | Specchio di un’epoca intramontabile

Di tutte le epoche, forse quella a cavallo tra anni Cinquanta e Sessanta è tra le più contradditorie e spumeggianti. Da una parte le trascinanti difficoltà e lo stordimento dopo il secondo conflitto mondiale, ma anche la volontà di rivalsa: così questa è un’epoca di ottimismo, densa di straordinarie trasformazioni sociali, scoperte e innovazioni iconiche. Anche la moda riflette questa voglia di rivincita, così abiti pomposi con la gonna a ruota si scontrano con tubini strettissimi e sensuali, colori sgargianti, cappelli che non sanno cosa sia la vergogna, gioielli vistosi.

E allora vi consiglio 3 serie TV ambientate tra gli anni Cinquanta e Sessanta.

Serie TV ambientate tra gli anni Cinquanta e Sessanta

La fantastica Signora Maisel

Ha vinto 20 premi Emmy e ha ricevuto 54 nomination per le sue prime tre stagioni, oltre ad aver tenuto impegnato un cast di 34000 attori e artigiani newyorkesi. La fantastica Signora Maisel è, a scanso di equivoci, una delle serie tv meglio riuscite degli ultimi anni.

Midge, diminutivo di Miriam, è una giovane moglie e madre, dedita alle faccende domestiche e all’economia casalinga quando scopre che il marito l’ha tradita con la sua segretaria. Potrebbe cadere nel baratro Midge, o girarsi dall’altra parte, e invece sale sul palco e inizia uno dei suoi monologhi più strabilianti. Lei ha un talento, e vuole fare la comica, anche se non è un mestiere e una società in cui le donne riescono facilmente a realizzarsi.

Una serie che sa regalare dialoghi serrati e ironici, puntate leggere in grado di toccare tematiche profonde, uno spaccato della società e della donna sul finire degli anni Cinquanta e l’inizio degli anni Sessanta. Midge è un personaggio impossibile da non amare. Fiore all’occhiello: gli abiti di Midge, tra anni Cinquanta e Sessanta, sono impeccabili e curatissimi, nei colori e nei tagli. E dei suoi immancabili cappelli vogliamo parlarne?

L’ultima stagione, la quarta, è uscita da pochi giorni ed è ambientata proprio nel 1960; ha già le carte in regola per essere intramontabile. Difficile divorarla, perché escono solo due nuovi episodi ogni venerdì.

Midge rimarrà per me uno dei personaggi più amati in assoluto, impossibile dimenticarla!

La trovate su Prime Video

Crisi in sei scene

Crisis in Six Scenes racconta di una coppia di coniugi, Sidney, autore di spot pubblicitari ma aspirante scrittore, interpretato da Woody Allen e Kay Musinger, consulente matrimoniale. Siamo in periferia, in un luogo in cui non succede mai nulla, sul finire degli anni Sessanta.

Proprio una notte in cui Sidney ha dimenticato di mettere l’antifurto ecco che arriva un ospite inatteso a spezzare l’equilibro della loro tranquilla ( e un po’ noiosamente ripetitiva ) vita borghese. A spezzare l’equilibrio arriva Lennie, interpretata da Miley Cyrus, che è una giovane anarchica e rivoluzionaria, piena degli ideali che sfoceranno nel ‘68.

Il suo arrivo stravolge del tutto il ménage familiare, influenzando la vita di tutti i componenti, compreso Alan, figlio di amici di famiglia che vive con loro.

Tra dialoghi che sembrano una piéce teatrale e scene ironiche e buffe, le puntate scorrono senza particolari scossoni, ma anche divertendo senza sbellicarsi. Adoro lo stile di Woody Allen che qui si cimenta per la prima volta in una serie tv. Ma lo amo a piccole dosi, e questa serie di sole 6 puntate non molto lunghe, non mi è affatto dispiaciuta, nonostante le brutte recensioni lette in giro. Breve e perfetta anche come serie tv da vedere in pausa pranzo.

La trovate su Prime Video

Serie TV ambientate tra gli anni Cinquanta e Sessanta

Mad Men

Siamo di nuovo a New York, nel pieno degli anni Sessanta. Perché NY si presta così bene a raccontare questa epoca forse dovremmo proprio chiedercelo. Sarà per i night? Per i grattacieli che facevano già tanto futuro? Per il fervore che si respirava nei campi della moda, dell’editoria, delle tecnologie?

Il protagonista è Donald Draper, che lavora come direttore creativo in una delle più prestigiose agenzie pubblicitarie della città. Ombroso e intraprendente, ha una giovanissima moglie e due figli che lo aspettano tutte le sere a casa.

Attorno a lui ruotano le vite di un gruppo di pubblicitari, suoi colleghi, e di tutte le segretarie che lavorano con e per loro. Tra giornata in ufficio e vita familiare, ogni puntata mette in luce la società di questa epoca, gli anni ’60, in cui difficilmente le donne riuscivano a trovare uno spazio lontano dal focolare domestico o erano inesorabilmente costrette a scegliere tra la famiglia e la realizzazione personale.

Sette stagioni per affezionarsi ai personaggi e respirare le loro evoluzioni. Belli i due personaggi di Betty, moglie di Don e Peggy, la sua segretaria.

La trovate su Prime Video

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...