5 libri che non possono mancare nella libreria di una donna

Sono solo trecento anni che alle donne è concesso rovesciare liberamente l’universo femminile nei libri e guadagnarsi da vivere scrivendo. Queste cinque donne lo fanno senza preoccuparsi di piacere, senza il peso di un contraltare maschile da superare. Scrivono ciò che vogliono e come vogliono, dando unicamente retta alla loro penna, alla loro personalità. Regalerei questi libri non solo a chi vuole esprimere la propria forza creativa, ma ad ogni donna che si sente ancora piccola davanti al mostro della disuguaglianza.

5 libri che una donna dovrebbe regalarsi : Canne al vento di Grazia Deledda

È un romanzo scritto dall’unica donna italiana ad aver vinto il Nobel per la Letteratura, con una prosa dalla potenza ancora ineguagliabile. È l’esito della guerra di chi ce l’ha fatta, di chi ha combattuto contro l’ignoranza del suo tempo per vedere il proprio nome nelle vetrine di una libreria. Figlia di una rurale Sardegna ottocentesca, la Deledda racconta la storia di un’aristocratica famiglia in declino e di uomini piegati dal destino come le canne dal vento. La descrizione evocativa delle terre sarde, il richiamo ai miti e alle tradizioni popolari e la genuinità della vita di campagna fanno da sfondo al peccato e alla trasgressione di personaggi quasi tolstojani.

image1 (1)
Canne al vento – Grazia Deledda

5 libri che una donna dovrebbe regalarsi : Emma di Jane Austen

In un paesino immerso nella campagna inglese Emma Woodhouse è alle prese con balli, pettegolezzi e matrimoni da organizzare. Se il suo dovere è tenere compagnia ad un padre ipocondriaco, far sì che le amiche prendano marito è il suo passatempo preferito, nonostante proprio lei sia immune dal fascino della vita coniugale. Emma è bella, ricca e amata da tutti. Praticamente è perfetta, insopportabilmente perfetta. Solo Mr Knightley, un ospite perbene ma poco cerimonioso, l’unico che non le fa complimenti, il solo a contrariarla ogni volta che la sua superbia diventa snobismo, riesce a farla perdutamente innamorare. Così questa donna indipendente e sicura di sé si fa scompigliare la vita e le idee da un amore imprevisto, non certamente dalle convenzioni sociali. Ma Emma non era rivoluzionaria solo nel 1815. Lo sarebbe anche nel 2018, perché siamo ancora intrappolati in una società in cui per una trentenne l’assenza di prospettive matrimoniali vuol dire non essere abbastanza, vuol dire aver fallito come donna.

image2
Emma – Jane Austen

5 libri che una donna dovrebbe regalarsi : La regola del gioco di Allison Leotta

Questo romanzo è un avvincente thriller giudiziario, di quelli che si leggono tutti d’un fiato perché vuoi subito sapere come finiscono. Anna Curtis, giovane procuratore di Washington, affascinata da un giovane avvocato, scopre che è il difensore della controparte in un caso di maltrattamenti. La vicenda si ingarbuglia sempre di più, la passione fa posto alla violenza, alle bugie, al sangue. La precarietà del confine tra gentilezza e bestialità, e tra amore e paura, è sconvolgente in questo libro. La scrittura di Allison Leotta è fluida e istintiva, fa parlare le menti e gli stati d’animo dei personaggi, fino a trasmetterne l’inquietudine.

image3
La regola del gioco – Allison Leotta

5 libri che una donna dovrebbe regalarsi : Dovremmo essere tutti femministi di Chimamanda Ngozi Adichie

È la trascrizione di un discorso tenuto dalla scrittrice africana al TEDx del 2012, in cui racconta con ironia ed estrema naturalezza le ingiustizie vissute quotidianamente da studentesse, mogli e lavoratrici. Per scardinare le disparità tra uomo e donna, dice Chimamanda, occorre sradicare le differenze di genere che prescindono da quelle strettamente biologiche. Dobbiamo educare i nostri figli senza considerarli dei contenitori da rimpinzare di pregiudizi e di schemi da seguire a seconda del sesso. Ci viene ancora naturale insegnare alle donne a cucinare e agli uomini ad offrire al ristorante, non ci sdegniamo se il cameriere ringrazia il marito per la mancia che gli ha dato sua moglie. Ci sentiamo superficiali se mettiamo un rossetto rosso e scopriamo le gambe, e ci sembra addirittura giusto vestirci il meno attraenti possibile il primo giorno di lavoro per evitare di sembrare poco professionali. Forse non siamo più in tempo ad avere una nostra incondizionata forma mentis, ma se la società è in grado di evolversi per tutto il resto, allora possiamo ancora liberare le generazioni future. Queste 40 pagine si leggono in mezz’ora, ma sarà una mezz’ora illuminante, ve l’assicuro.

image4
Dovremmo essere tutti femministi – Chiamamanda Ngozi Adichie

5 libri che una donna dovrebbe regalarsi : Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf

Questa sorta di saggio romanzato è stato galeotto del mio amore per Virginia Woolf. Sono entrata nella sua mente indagatrice, nella sua ricerca di dati, di storie e delle tappe del flusso creativo che si traduce in romanzo. Come è possibile che gli scrittori più famosi siano per lo più uomini? Se per centinaia di anni le donne non fossero state costrette a ricamare o a dedicarsi alla cucina, se fosse sempre stato concesso loro il diritto di studiare, viaggiare e sposare chi volevano, il più grande tra gli scrittori sarebbe ancora Williams Shakespeare? Il titolo di questo libro è bellissimo. Una stanza tutta per sé non è solo lo spazio materiale in cui poter scrivere in santa pace. Per un romanzo brillante -ma in generale per dare sfogo alla propria creatività in qualsiasi forma essa intenda riversarsi- occorre la libertà intellettuale di cui hanno sempre goduto gli uomini. Dovremmo poter scrivere in qualsiasi modo possibile, senza essere vincolate dal pensiero di sembrare troppo superficiali o troppo lagnose o troppo spinte o troppo sensibili.

image5
Una stanza tutta per sé – Virginia Woolf

 

 

 

image1Carmela Cordova
Nata a Napoli, ha lasciato tre quarti di cuore sul sedile della carrozza che porta al castello di Neuschwanstein e un altro pezzetto è rimasto sugli scaffali dell’Atlantis Books di Santorini. Divisa tra il diventare avvocato e abbandonarsi alla lettura e scrittura, probabilmente in una vita precedente era una bibliotecaria.

 

9 pensieri riguardo “5 libri che non possono mancare nella libreria di una donna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...