Primavera: 5 mete che vi consiglio (in Europa)

La Primavera ha fatto finalmente – e veramente – capolino nelle nostre giornate e almeno qui a Torino con 30 gradi, sentiamo già profumo d’estate! Quale momento migliore per organizzare un weekend o qualche giorno in giro? In questo articolo vi consiglio 5 mete in Europa che secondo me non dovete assolutamente perdere in questa fiorita stagione, mete in cui sono stata personalmente durante questo magico periodo, con giornate finalmente più lunghe, sole caldo a tutte le ore e l’incredibile magia della blue hour che ci regala fotografie meravigliose! Pronti a partire?

  • Amsterdam

    DSC_0109
    Amsterdam, inaspettatamente sorprendente

Ho fatto la conoscenza della capitale olandese poco più di un mese fa e sono tornata completamente rapita. Prima di partire non avevo particolari idee su cosa aspettarmi da Amsterdam. E invece, le sue case storte, i suoi canali romantici e le persone cordiali incontrate in tutto il viaggio mi hanno fatto innamorare di questa città che purtroppo troppo spesso viene citata, solo accompagnata a stupidi stereotipi.
E poi, Amsterdam in primavera è fiori. E tulipani nelle ceste, nei secchi del mercato, avvolti dalla carta nel cestino di una bicicletta. Imperdibile per vederli, respirarli e fotografarli il Mercato dei Fiori nel centro della città, dove ho scattato la fotografia sopra e il parco di Keukenhof.

Periodo migliore per la fioritura dei tulipani: da inizio aprile a inizio maggio (il periodo può variare leggermente a seconda del clima del periodo).
Dove dormire: io ho alloggiato all’Hotel Armada, vicino a fermate, negozi e ai bellissimi canali. A pochi minuti di cammino dai maggiori punti di interesse.
Dove mangiare: mi sono innamorata di Zuivere Koffie, uno dei posti che, se vivessi ad Amsterdam, eleggerei a mio comfort corner. Un altro posto in cui ci siamo positivamente imbattute è Stach, una catena di negozi alimentari raffinati, buoni e economici per lo standard olandese. Potrete acquistare come un qualsiasi supermercato o decidere di fermarvi a mangiare al suo interno.
Cosa non perdere: la casa di Anna Frank, museo di Van Gogh, una gita a Zaanse Schans.

  • Parigi

    fotine 745
    Parigi, dannatamente bohemien

    Potevo escludere Parigi? La città dell’amore è perfetta in qualsiasi stagione e su questo non c’è dubbio. Ma il suo clima fresco durante tutto l’anno, ve la faranno apprezzare decisamente durante la primavera! L’ultima volta che ci sono stata (troppo tempo fa), era l’ultima settimana di marzo e abbiamo avuto la fortuna di trovare giornate calde in cui goderci i suoi meravigliosi parchi all’imbrunire e lunghe passeggiate durante il giorno.

    Cosa non perdere: il Museo del Louvre, il Museo d’Orsay, la Reggia di Versailles, Tour Eiffel, Giardini Luxembourg.
    Cosa devo ancora vedere: il cimitero Père La-chaise in cui sono conservate le tombe di Jim Morrison, Oscar Wilde, Edith Piaf e molti altri.
    I quartieri più belli: Montmartre, il quartiere degli artisti e della Chiesa del Sacro Cuore. È uno dei quartieri in cui ho amato perdermi tra tele incomplete, acquerelli, artisti di strade e canzoni di Edith Piaf. C’è chi dice che l’atmosfera bohémien sia solo un lontano ricordo, non credetegli.
    Altro quartiere imperdibile è il Quartiere Latino, sulla rive gauche della Senna. Ristorantini incantevoli, librerie e piccole boutique, per la sede della Sorbona, famosa università della capitale.

  • Stoccolma

    stockholm'10 070
    Stoccolma, romanticamente elegante

    Sono stata a Stoccolma nel 2010, anno in cui di lì a poco sarebbero state celebrate le nozze reali tra la principessa Victoria di Svezia e Daniel Westling, suo personal trainer. La città, probabilmente anche a causa delle nozze reali da lì a poco, era stupendamente calda e romantica. Stoccolma è elegante, family friendly, con musei interattivi e così interessanti da essere frequentatissimi e considerati dalle famiglie vitali, come in Italia consideriamo i parchi d’estate. Sono i classici posti in cui è “vietato (non) toccare”: non perdeteveli per nessun motivo.

    Cosa fare (assolutamente): prendere un bus a caso e arrivare al suo capolinea. Stoccolma è un arcipelago, con numerosissime isole e ponti che le collegano tra loro. La natura è incontaminata e stupenda, con colori che sembrano irreali.
    Cosa mangiare: pesce, soprattutto salmone, ha un gusto totalmente diverso da quello che siamo soliti mangiare in Italia.
    Musei da non perdere: Moderna Museet, Museo Vasa, Nobel Museum, Skansen, Museo degli Abba, Museo nazionale di Stoccolma.

  • Bruxelles


    DSC_0202
    Bruxelles, malinconicamente sottovalutata

    Faccio la conoscenza di Bruxelles pochi giorni prima di Natale, con un cappello di lana color cipria sulla testa e i guanti; stare senza è insopportabile. E allora perché ho deciso di inserire Bruxelles nelle mete da visitare durante la primavera? Perché ho recentemente scoperto un luogo magico, che vi consiglio se avete in mente un viaggio in questo momento. Durante la stagione primaverile, infatti, nella foresta di Bois de Hal si può assistere alla fioritura dei giacinti che ricoprono il terreno di un manto azzurro violaceo e profumano l’aria.

    Cosa vedere nei dintorni della capitale: le cittadine di Lille, Bruges, Gent.
    Birre, quali bere e dove: Bruxelles, come tutto il Belgio, è la culla di birrai e appassionati di birra. Chimay, Achel, Orval, Rochefort, Westmalle sono solo alcuni nomi. Dove bere più di 3000 varietà di birra? Al Delirium!
    Cose da fare assolutamente: passeggiare per la città con il naso all’insù, alla ricerca dei murales di fumetti, sparsi sui palazzi della città.

  •  

    Vienna 

    pacote-viena-imperial-vienna-card-concerto-de-mozart-excurs-o-tur-in-vienna-117177
    Vienna, poeticamente imperiale

    Vienna è una città elegante, imponente e imperiale. È una città in cui musica, cultura e letteratura si fondono sinuosamente, dando vita a palazzi imperiali, dolci raffinati, parchi in cui passeggiare, musei in cui perdersi tra la storia degli antichi imperi. Vienna è una città di fronte alla quale è impossibile rimanere indifferenti: impossibile non amarla.

    Per gli appassionati di musica: proprio a Vienna potrete visitare l’unica casa ancora intatta, in cui il compositore Mozart ha vissuto gli ultimi dieci anni della sua vita, dal 1781 al 1791.
    Cosa mangiare: ovviamente la deliziosa torta Sacher!
    I posti che ho adorato: il Castello di Schönbrunn, la Casa delle farfalle, il Prater, la Casa di Mozart.

23 pensieri riguardo “Primavera: 5 mete che vi consiglio (in Europa)

  1. Mi manca Stoccolma (ma sono sicurissima che meriti!), sulle altre 4 sono d’accordissimo. 🙂
    Mi dispiace solo essere stata ad Amsterdam in agosto e non aver ammirato la fioritura dei tulipani, dev’essere uno spettacolo senza pari 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Tutti ottimi consigli! Vienna l’ho adorata, soprattutto Shonbrunn! Mi mancano Amsterdam e Stoccolma, prima o poi devo assolutamente rimediare! La Svezia in primavera dev’essere magnifica comunque.

    Piace a 1 persona

    1. La Svezia è un’esplosione di colori e natura e i dintorni di Stoccolma, sono davvero fantastici!
      Amsterdam è la patria dei tulipani e in primavera ha un fascino tutto suo, di consiglio di visitarla proprio in questa stagione 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...